13/3/2020 | 4 MINUTI DI LETTURA

Andrea Montovoli: 'Racconterò il dramma del carcere in un libro. Farò capire chi sono davvero. Uno che è caduto, ha pagato, lavorato sodo ed è riuscito a rialzarsi’

  • Al GF Vip è riuscito a raccontare tutto, non ne aveva mai parlato, nemmeno con la fidanzata
  • ‘Un giorno mi piacerebbe creare una famiglia tutta mia. Poter essere da esempio’

Andrea Montovoli racconterà il dramma vissuto in carcere 17 anni fa in un libro. Il bel 35enne, reduce dall’esperienza al GF Vip, lo rivela intervistato da Gente. Al reality si è messo a nudo: “Non ne avevo mai parlato in pubblico, né tantomeno con la mia ragazza”, sottolinea. Ora ha svelato che si è perso per una faccenda legata a brutti giri e la droga, è finito in galera, ma poi si è rialzato e ora è una persona profondamente cambiata e migliore.

Andrea Montovoli: 'Racconterò il dramma del carcere in un libro'
Andrea Montovoli: 'Racconterò il dramma del carcere in un libro'

“Presto, in un libro che sto scrivendo, vi farò capire chi sono davvero. Uno che è caduto, ha pagato, lavorato sodo ed è riuscito a rialzarsi”, sottolinea l’attore al settimanale. Utilizzerà proprio questo momento delicato in cui viene chiesto a tutti di rimanere in casa a causa dell’emergenza Coronavirus per continuare a scrivere. “Non è un momento facile, ma non dobbiamo lasciarci abbattere. Credo che approfitterò di questo periodo a casa per concentrarmi sulla scrittura. In situazioni come questa è importante che ognuno faccia la sua parte. Dunque ecco il mio hashtag, che racconta il progetto che ora mi sta più a cuore: #iorestoacasaescrivo”, rivela.

“A me questa esperienza ha segnato la vita. E il fatto di essere rinchiusi in un reality, senza contatti con l’esterno, me l’ha ha fatta riaffiorare. Di colpo mi sono tornati in mente pensieri e ricordi di quella fase tristissima. E ho sentito il bisogno di esternare quel dolore”, racconta Montovoli.

“Non me ne vergogno, anzi. Oggi mi guardo allo specchio e sono una persona felice. Uno che è riuscito a realizzare il proprio sogno, la recitazione, a renderlo un lavoro. Nella vita tutti commettono degli errori. Ma bisogna sapersi rialzare, andare avanti con coraggio e determinazione. Sto rimettendo insieme quei pezzi, nel libro che sto scrivendo”, aggiunge ancora.

Andrea, amatissimo dalle donne, non svela il nome della sua fidanzata a cui è legato da otto mesi. La misteriosa ragazza di cui si è innamorato è andata oltre il suo aspetto fisico: “Sa che c’è qualcosa di più”. Lei gli ha fatto venire voglia di pensare a un futuro insieme: “Un giorno mi piacerebbe creare una famiglia tutta mia, poter essere d’esempio ai figli, trasmettere i valori che mi sono stati dati. Condividere avventure e disavventure, insegnare loro che nella vita è importante essere felici”.

Come sapete, le nuove regole stabilite dal governo italiano sono stringenti ma assolutamente necessarie. Noi tutti, ma proprio tutti, in qualsiasi regione d’Italia ci troviamo, siamo chiamati a seguirle anche per evitare di incorrere in dure sanzioni (incluso il carcere). E’ quindi assolutamente necessario rimanere in casa. Le uniche eccezioni sono dettate da esigenze di salute (visite mediche non rimandabili, incidenti). E’ poi possibile uscire sporadicamente (meglio se lo fa un solo membro della famiglia una volta a settimana) per andare a fare la spesa nei supermercati, che ricordiamo rimarranno sempre aperti. Non ci sarà mai carenza di cibo (le industrie che producono alimentari stanno lavorando normalmente) quindi è inutile farsi prendere dal panico e comprare più del necessario (sebbene fare una spesa che duri almeno una settimana è più che consigliato per limitare le volte in cui sarà necessario uscire nuovamente per rifornirsi).

Le regole che dobbiamo tutti assolutamente seguire per arginare il contagio del Coronavirus in tutta Italia

E’ anche importantissimo che durante gli spostamenti necessari si prendano precauzioni straordinarie, come quelle di rimanere almeno a due metri di distanza da chiunque altro si incontri, di non dare la mano, non baciarsi e non abbracciarsi. Bisogna poi lavarsi spesso le mani e non toccarsi mai alcuna parte del viso con esse. Se si dovessero avere anche lievi sintomi simil-influenzali (come la tosse) non bisogna uscire di casa né recarsi al pronto soccorso o dal proprio medico, ma chiamare i numeri messi a disposizione da tutte le regioni (qui l'elenco completo).

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!