13/6/2016 | 4 MINUTI DI LETTURA

Asia Argento madrina del Roma Pride 2016: 'E' il giorno più bello della mia vita. Sono qui con i miei figli'

  • Asia Argento al Roma Pride 2016 poche ore prima della strage di Orlando

Asia Argento sabato 11 giugno ha partecipato in veste di madrina al Roma Pride 2016. L'attrice ha sfilato per le strade della Capitale su un coloratissimo carro che ha attraversato il cuore della città: "Quanti di voi si sentono veramente vivi qui oggi? Io mi sento viva!", ha detto Asia a più di 700 mila partecipanti alla manifestazione.

Asia Argento al Roma Pride 2016 in veste di madrina

"Oggi è il giorno più bello della mia vita - ha proseguito l'Argento durante il discorso tenuto al Roma Pride 2016 - Qui con me ci sono i miei figli, Anna Lou e Nicola, che sono venuti a testimoniare la gioia e la libertà della diversità. Siamo tutti uguali e abbiamo tutti il diritto di amare: è un diritto spirituale, non politico e religioso".
"Tutta la mia vita mi sono sentita anormale, diversa - ha proseguito l'attrice - sono venuta qui e ci sono centinaia di migliaia di persone diverse come me. Che regalo! Posso morire felice! Ma voglio vivere perché voglio vedere i nostri diritti rispettati".

Asia ha detto che è stato il giorno più bello della sua vita
L'attrice romana sul carro che ha sfilato nel cuore della Capitale sabato 11 giugno

Parole bellissime quelle pronunciate da Asia Argento al Roma Pride 2016. Il motto era "Chi non si accontenta lotta". Uno slogan che ribadisce come la legge sulle Unioni Civili sia solo un passo avanti: "Molti di noi - ha spiegato il portavoce di Roma Pride 2016 Massimiliano Secci - potranno progettare il futuro con serenità ma sono state riconosciute in modo discriminante le nostre relazioni e i nostri figli. Ai politici diciamo che non devono prepararsi a ignorarci per i prossimi settant'anni".

Asia Argento madrina del Roma Pride e Monica Cirinnà durante la manifestazione

Il giorno dopo il Roma Pride, le associazioni Lgbt hanno sfilato di nuovo per le strade di Roma. Il clima però era decisamente meno gioioso: è stata organizzata una fiaccolata davanti al Colosseo, nella Gay Street (la strada simbolo della comunità Lgbt nella capitale) per commemorare le vittime della strage che si è consumata in un locale gay di Orlando, in Florida. Il mondo intero si è fermato e anche tante star internazionali hanno espresso il loro cordoglio per quanto accaduto.
"Sono gay e non ho paura - ha scritto Ricky Martin sul social - L'amore conquista tutti #PrayforOrlando". "E' un momento traumatizzante per tante persone - si legge invece nel post pubblicato da Lady Gaga su Twitter - Sogno di un mondo che possa riflettere su come cambiare questa violenza #Orlando". "Cosa succede? In questo momento ho il cuore spezzato per le vittime e le loro famiglie di quest'atto senza cuore. Io proprio non capisco", le parole di Justin Timberlake.

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!