1/4/2020 | 4 MINUTI DI LETTURA

Belen: 'Stefano e io lavoriamo per un altro figlio: mia mamma abita nel nostro stesso palazzo e quindi possiamo lasciarle Santiago per qualche ora…’

  • L’argentina racconta la sua vita di coppia con De Martino ai tempi della quarantena
  • ‘Siamo sempre stati così, più tempo passiamo da soli e meglio stiamo’

Belen racconta la sua vita di coppia con Stefano De Martino ai tempi dellla quarantena a causa dell’emergenza Coronavirus. La showgirl 35enne a Chi svela: Stefano e io lavoriamo per un altro figlio”. Nonostante nell’appartamento di Milano, dove vivono, ci sia anche il figlio Santiago, l’argentina e il marito hanno trovato comunque il modo di avere un po’ d’intimità.

Belen: 'Stefano e io lavoriamo per un altro figlio: mia mamma sta nel nostro stesso palazzo e...'

“Abbiamo la fortuna che mia mamma (Veronica Cozzani, ndr) abita nel nostro stesso palazzo e, quindi, possiamo lasciarle Santiago per qualche ora e avere momenti nostri”, racconta Belen Rodriguez al settimanale diretto da Alfonso Signorini. Poi aggiunge: “Ieri Stefano mi ha fatto recapitare un mazzo di rose e mi ha preparato la colazione”. Infine ammette: “A me piacerebbe un altro figlio”.

L'argentina racconta la sua vita di coppia con De Martino ai tempi della quarantena

Belen e Stefano approfittano della quarantena per far diventare realtà il progetto legato a una nuova cicogna. I due stanno bene a casa. Belen sottolinea: “Siamo sempre stati così, più tempo passiamo da soli e meglio stiamo perché il mondo ci condiziona, lo abbiamo capito tutti in questa quarantena, ci carica di pesi che scarichiamo quando siamo in casa, perdendoci le cose fondamentali. E poi proveniamo da famiglie molto unite e per noi la felicità, come la difficoltà, dev’essere condivisa”.

Come sapete, le nuove regole stabilite dal governo italiano sono stringenti ma assolutamente necessarie. Noi tutti, ma proprio tutti, in qualsiasi regione d’Italia ci troviamo, siamo chiamati a seguirle anche per evitare di incorrere in dure sanzioni (incluso il carcere). E’ quindi assolutamente necessario rimanere in casa. Le uniche eccezioni sono dettate da esigenze di salute (visite mediche non rimandabili, incidenti). E’ poi possibile uscire sporadicamente (meglio se lo fa un solo membro della famiglia una volta a settimana) per andare a fare la spesa nei supermercati, che ricordiamo rimarranno sempre aperti. Non ci sarà mai carenza di cibo (le industrie che producono alimentari stanno lavorando normalmente) quindi è inutile farsi prendere dal panico e comprare più del necessario (sebbene fare una spesa che duri almeno una settimana è più che consigliato per limitare le volte in cui sarà necessario uscire nuovamente per rifornirsi).

Le regole che dobbiamo tutti assolutamente seguire per arginare il contagio del Coronavirus in tutta Italia

E’ anche importantissimo che durante gli spostamenti necessari si prendano precauzioni straordinarie, come quelle di rimanere almeno a due metri di distanza da chiunque altro si incontri, di non dare la mano, non baciarsi e non abbracciarsi. Bisogna poi lavarsi spesso le mani e non toccarsi mai alcuna parte del viso con esse. Se si dovessero avere anche lievi sintomi simil-influenzali (come la tosse) non bisogna uscire di casa né recarsi al pronto soccorso o dal proprio medico, ma chiamare i numeri messi a disposizione da tutte le regioni (qui l’elenco completo).

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!