18/5/2021 | 4 MINUTI DI LETTURA

Chloe Facchini, chef che ha cambiato sesso, torna da Antonella Clerici che l'ha lanciato quando era Riccardo: 'Mi sono sempre sentita donna’

  • In tv nella Giornata mondiale dedicata alla lotta contro l’omofobia e la transfobia
  • ‘Io soffrivo di disforia di genere e sin da piccola mi sono sentita una bambina’

Chloe Facchini, chef che ha cambiato sesso, pochi giorni dopo il coming out, torna in tv, da Antonella Clerici che, quando era ancora Riccardo Facchini, l’ha lanciato a La prova del cuoco. A E’ sempre mezzogiorno nella Giornata mondiale dedicata alla lotta contro l’omofobia e la transofobia, dopo un anno e mezzo di assenza dal piccolo schermo, prepara una deliziosa parfait di fragole e racconta il difficile percorso che l’ha vista protagonista.

Chloe Facchini, chef che ha cambiato sesso, torna da Antonella Clerici: 'Mi sono sempre sentita donna'
Chloe Facchini, chef che ha cambiato sesso, torna da Antonella Clerici: 'Mi sono sempre sentita donna'

“Fare una transizione non significa cambiare vita: ero chef prima, sono chef adesso. Io soffrivo di disforia di genere e sin da piccola mi sono sentita una bambina”, spiega ora che ha concluso il suo percorso di cambiamento. “Immagina cosa significa crescere con delle etichette: io ho vissuto come gay per 39 anni della mia vita ma io mi sentivo una donna. Poi ho fatto chiarezza, ho intrapreso un percorso psicologico e ho capito di essere una donna”, aggiunge ancora Chloe.

“Avevi un tormento dentro di dentro di te e sono contento che tu stia bene. Oggi ti vedo molto più serena rispetto a prima”, le dice la Clerici. “Io ho un compagno che amo e adesso ho una vita che amo. E una famiglia splendida che mi ha supportato in tutto. Proprio alle famiglie voglio dire: quando hanno dei figli omosessuali, transgender o no binary mi raccomando, sosteneteli. Già è un peso grossissimo affrontare questa cosa, l’appoggio della famiglia è fondamentale”, sottolinea la Facchini.

In tv nella Giornata mondiale dedicata alla lotta contro l'omofobia e la transfobia

Antonella Clerici approfitta della sua presenza per lanciare un importante messaggio di inclusività: “Hai ragione, è verissimo quello che hai detto. Qui ci ascoltano tantissimo le famiglie e spesso sai, c’è questa pruderie, questa vergogna di non volerne parlare. Invece noi dobbiamo aiutare i nostri figli a essere come realmente sono, qualunque sia la loro natura: è una natura che deve uscire per renderli felici. Perché alla fine ciò che vogliamo è che i nostri figli siano felici”.

La Clerici chiede a Chloe come sia stato accolto il coming out nel mondo del lavoro.  Facchini racconta: “Dopo il Covid ho raccontato tutto ai miei titolari: a me piace la verità ed essere trasparente, non mi sono mai nascosta. Così gli ho spiegato che sono donna transgender, che ho iniziato il mio percorso di transizione due anni e mezzo fa e che voglio vivere pienamente come una donna. Mi hanno risposto: a noi va bene così. Hanno organizzato una riunione nella quale abbiamo spiegato tutto alla brigata e devo dire che non ho avuto cambi di trattamento perché sono donna. Anzi, lì bacchetto perché sono molto più centrata e consapevole e loro mi rispettano pienamente”.

'Io soffrivo di disforia di genere e sin da piccola mi sono sentita una bambina', spiega la cuoca

“L’importante è parlare e anche saper ascoltare. Tante volte uno non parla per paura di chissà cosa, invece tu sei l’esempio che è importante raccontare la propria storia. E noi dobbiamo essere predisposti all’ascolto. Il potere della parola è fondamentale”, spiega Antonella dopo aver ascoltato attentamente le sue parole. Poi invita Chloe Facchini a tornare nel suo programma tv.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!