13/4/2017 | 4 MINUTI DI LETTURA

Elena Majoni su Gabriele Muccino: 'I fatti documentati da referti medici. Mi ha dipinta come una 'donnetta' meschina. Mio figlio mi ha chiesto: 'Perchè hai permesso che papà parlasse così di te?''

  • 'Fatti documentati da referti medici', Elena Majoni replica a Gabriele Muccino
  • 'Ho sentito il bisogno si ristabilire la verità pubblicamente'

Elena Majoni ribadisce: "I fatti di cui ho parlato pubblicamente sono tutti documentati da referti medici". Gabriele Muccino, il suo ex con cui è stata sposata quattro anni e si è separata nel 2006, ha fatto sapere che molte sue accuse non sarebbero vere. La 42enne replica su Grazia nel numero in edicola.

Elena Majoni replica ai legali di Gabriele Muccino: 'I fatti raccontati tutti documentati da referti medici'

I fatti sono tutti documentati da referti medici, in particolare lo schiaffo che le ha provocato la perforazione del timpano e danneggiato la carriera da musicista, così dice Elena Majoni.
"Ho atteso che tutti i processi pendenti fossero chiusi per lasciare che fosse la giustizia a parlare per me. Il giudice civile si è espresso non solo sulla base delle nuove prove fornite, ma soprattutto sull'esito delle perizie psicologiche condotte sulla mia famiglia e su quella di Gabriele e dei suoi genitori", spiega.

Elena Majoni è forte del fatto che i fatti esposti siano documentati da referti medici. Ha ottenuto l'affidamento esclusivo del figlio 14enne avuto con Gabriele Muccino.
"A mio figlio ho raccontato che cosa stava accadendo con pazienza e cautela, mentre cresceva, cercando d'ingentilire quello che sarebbe stato troppo duro per lui - sottolinea - Purtroppo, il fatto che il padre sia un personaggio pubblico non ha aiutato: le parole che ha detto su di me sono restate".

VIDEO

"Quando mio figlio è cresciuto e ha cominciato a navigare su internet, le ha lette", continua. "Quando ci siamo lasciati, gabriele mi ha dipinta come una 'donnetta' meschina. L'ha fatto pubblicamente e poi, negli anni, anche con nostro figlio. Un giorno, però, mio figlio mi ha chiesto: 'Perchè hai permesso che papà parlasse così di te?'. E ho sentito il bisogno si ristabilire la verità pubblicamente, così come pubblicamente ero stata infangata", dice ancora.

Denunciare Gabriele Muccino le ha fatto bene: "Perché, quando passi anni a proteggere la persona che ti ha fatto male, hai una gran paura di accusarla a voce alta. E quella paura ti scava dentro". Lei è una privilegiata che ha avuto la possibilità di parlare delle violenze subite a tutti.

Un giorno il figlio avuto dal regista le ha chiesto: 'Perchè hai permesso che papà parlasse così di te?'

Elena Majoni ha messo alle spalle Gabriele Muccino, si ritiene una sopravvissuta. "Ho avuto la fortuna di incontrare Nicola che oggi è mio marito e con il quale ho avuto il mio secondo bambino. Ho lasciato che si avvicinasse a mio figlio maggiore solo dopo due anni che ci siamo conosciuti, per il rispetto e l'amore che ha dimostrato nei nostri confronti. La sua profonda positività e la sua forza mi hanno conquistato".

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!