22/2/2021 | 3 MINUTI DI LETTURA

Ex gieffino scopre un tumore grazie al tatuaggio e si salva: il racconto in tv

  • Il cancro al rene avrebbe potuto ucciderlo, ma…
  • Ha seguito i consigli della moglie e ha fatto i controlli per capire cosa gli stava accadendo

Lorenzo Battistello, ex gieffino, ha scoperto di avere un tumore grazie a un tatuaggio e si è salvato. A Domenica Live, ospite di Barbara D’Urso, il protagonista della prima storica edizione del Grande Fratello rivela tutto: il suo racconto è emozionante.

Ex gieffino scopre un tumore grazie al tatuaggio e si salva: il racconto
Ex gieffino scopre un tumore grazie al tatuaggio e si salva: il racconto

Il 47enne, ex aspirante chef nella Casa, oggi imprenditore nel campo della ristorazione a Barcellona, dove vive, in tv svela: “Noi maschietti non andiamo molto a curarci.  Mia moglie, che è medico, molto più attenta di me mi consigliava ad ogni cosa di fare esami. Avevo un tatuaggio, che si è infiammato, si è gonfiato. Pensavo al sole. Mia moglie mi dice: ‘Vai dal dermatologo’".

“Il dermatologo  - prosegue Lorenzo Battistello - mi dice che potrebbero essere i vecchi inchiostri ma mi fa fare altri controlli. A settembre 2018 faccio il solito controllo, ero tranquillo, mi chiama la segreteria del medico, mi dice: ‘Si è liberato un posto, vuoi venire prima?’. Era una scusa. Il tecnico radiologo, che controllava i polmoni, allarga l’immagine e vede una macchia sul rene. Non aveva mai fatto prima una cosa del genere. Non aveva mai usato la parola cancro, tumore. Ma era molto preoccupata, mi ha accompagnato alla porta”.

Lorenzo Battistello ha seguito i consigli della moglie e ha fatto i controlli per capire cosa gli stava accadendo

Battistello scopre così di avere un cancro e di essere costretto a un intervento. “E lì la seconda fortuna - sottolinea  - Decidono di operarmi con Da Vinci, un robot. Non mi tolgono il rene, riescono a pulirlo. Il medico mi dice: ‘Lasciami il tuo cellulare, voglio farti un regalo’. Sono stato operato il 3 dicembre, mi ha chiamato la vigilia di Natale e mi ha detto: ‘Il tumore è maligno ma a bassissima aggressività, per me tu sei curato’. Io non ho mai preso neanche una pastiglia. Va detto in questo periodo di Covid: dobbiamo fidarci dei medici”.

Ora sta bene, il tatuaggio infiammato ha fatto sì che si sottoponesse subito ad alcuni controlli e così Lorenzo si è salvato la vita.

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!