15/4/2021 | 4 MINUTI DI LETTURA

La figlia di Gianluca Vacchi operata a soli 6 mesi: ecco come sta

  • La piccola Blu Jerusalema ha subito un intervento per correggere la palatoschisi
  • L’operazione, avvenuta pochi giorni fa, ha commosso l’imprenditore

Gianluca Vacchi ha annunciato che sua figlia, Blu Jerusalema, si è sottoposta ad un delicato intervento chirurgico. La piccola, nata lo scorso ottobre, a soli 6 mesi ha dovuto affrontare un’operazione per correggere la palatoschisi.

Pubblicando una foto che lo ritrae con la bambina in braccio in ospedale, probabilmente subito dopo l’uscita di Blu dalla sala operatoria, il 53enne ha scritto su Instagram: “Questa settimana nostra figlia ha fatto l’operazione chirurgica per correggere la palatoschisi. Per noi è stata una settimana difficile e piena di emozioni. Potete immaginare quanto lo sia stato per lei…". "Quando la tua bambina deve affrontare un intervento così delicato, tutto il tuo mondo di genitore viene terremotato, ha poi aggiunto.

Gianluca Vacchi ha rivelato che la figlia Blu Jerusalema, che ha soli 6 mesi, si è dovuta sottoporre ad un delicato intervento chirurgico per correggere la palatoschisi
Gianluca Vacchi ha rivelato che la figlia Blu Jerusalema, che ha soli 6 mesi, si è dovuta sottoporre ad un delicato intervento chirurgico per correggere la palatoschisi

“La nostra piccola non smette davvero di stupirci! E’ stata così coraggiosa, calma e dolce durante tutto il processo. Mi rende così orgoglioso di essere suo padre! Con le lacrime agli occhi voglio dire di essere vicino a tutti quei genitori che devono affrontare problemi di salute dei loro bambini! Spero che possiate stare sempre bene. Ora noi siamo a casa. Siamo davvero grati e fortunati!”, ha continuato Gianluca.

VIDEO

L’imprenditore bolognese, che ha avuto la piccola insieme alla modella sudamericana Sharon Fonseca, 26 anni, lo scorso dicembre aveva raccontato al settimanale in lingua spagnola ‘Hola!’ della malformazione con cui è nata la sua primogenita. “Blu è nata con la palatoschisi. Immediatamente la nostra anima e il nostro cuore sono stati accanto a lei, ma allo stesso tempo con tutte le famiglie che hanno dovuto affrontare una situazione simile, visto che questo accade ad un bambino ogni 700”, aveva affermato nell’intervista.

“Siamo grati di avere un team medico straordinario per la nostra piccolina e che quando arriverà il momento saremo in grado di farla operare e quindi di farle vivere una vita completamente normale”, aveva poi proseguito. Quel momento è già arrivato e sembra che per la piccola Blu Jerusalema, il cui secondo nome è un omaggio all'omonima canzone divenuta tormentone estivo lo scorso anno, sia andato fortunatamente tutto bene.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!