12/2/2020 | 3 MINUTI DI LETTURA

Jennifer Aniston ha confessato di essere cresciuta in una famiglia 'destabilizzante’ e nella quale non si sentiva al sicuro

  • L’attrice, neo 51enne, è stata intervistata dall’amica e collega Sandra Bullock
  • Ha raccontato della sua difficile infanzia e del suo trasferimento a Los Angeles

Oggi è una star acclamata e apprezzata in America e non solo. Ma Jennifer Aniston non ha vissuto sempre una vita tranquilla e serena, anzi. L’attrice ha raccontato di essere cresciuta in una famiglia “destabilizzante”, in cui non regnava l’armonia e che non la faceva sentire al sicuro. Intervistata dall’amica e collega Sandra Bullock, la neo 51enne ha spiegato come mai cerca sempre di infondere positività in chi le è accanto.

“Credo di riuscirci perché sono cresciuta in un ambiente destabilizzante e in cui non mi sentivo al sicuro. Vedevo gli adulti comportarsi in modo poco gentile gli uni verso gli altri. Aver visto alcuni aspetti del comportamento umano mi ha portato a dire: ‘Non voglio farlo anche io. Non voglio diventare così. Non voglio più vivere le stesse sensazioni che sto vivendo adesso. Non voglio che nessuna delle persone con cui ho a che fare debba vivere quelle cose’. Quindi forse devo ringraziare i miei genitori. Puoi arrabbiarti, diventare un martire o puoi dire: ‘Abbiamo dei limoni? Facciamo una limonata’”, ha fatto sapere.

Jennifer Aniston, 51 anni, ha raccontato di essere cresciuta in una famiglia 'destabilizzante'
Jennifer Aniston, 51 anni, ha raccontato di essere cresciuta in una famiglia 'destabilizzante'

La madre e il padre di Jennifer, ovvero Nancy Dow e John Aniston, divorziarono quando lei era ancora una bambina. Aveva infatti nove anni. Più avanti poi l’ex moglie di Brad Pitt trovò la sua dimensione a Los Angeles, dove si trasferì per tentare la carriera da attrice (evidentemente con grande successo).

“Oggi si parla delle donne che supportano le donne, ma è una cosa nuova. Ma credo che noi lo abbiamo fatto per molto tempo. Quando a 20 anni sono arrivata a Los Angeles mi sono ritrovata insieme a queste ragazze che ancora oggi sono intorno a me. Non avevo mai avuto a che fare con un gruppo di donne che si ritrovava per parlare all’infinito. Ho pensato, ‘Dio, questi californiani non stanno mai zitti. Parlano dei loro sentimenti e piangono l’uno di fronte all’altro’. Mi sono detta: ‘Eccomi qua, una ragazza cresciuta a New York che ora si ritrova a Laurel Canyon, indossando un vestito di fiori mentre qualcuno le mette intorno al collo una pietra e brucia della salvia intorno alla sua testa. Sono arrivata su Marte’”, ha raccontato.

“Ma penso che infondo quella situazione mi salvò”, ha infine concluso.

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!