10/10/2019 | 3 MINUTI DI LETTURA

Jo Squillo e le foto con la sorella gemella Paola: 'Anche io faccio fatica a riconoscermi’. Le due sono praticamente identiche

  • A Storie Italiane la conduttrice quasi non riesce a distinguere chi sia lei e chi sia l’altra
  • La cantante e conduttrice piange per la morte dei genitori, scomparsi entrambi in un mese

Jo Squillo a Storie Italiane quando Eleonora Daniele le mostra alcune foto in cui è immortalata con la sorella gemella Paola, stenta quasi a riconoscersi. La cantante e conduttrice 57enne lo ammette. Non riesce a distinguere ci sia lei e chi sia l’altra.

Jo squillo a 'Storie Italiane' si commuove

Anche io faccio fatica a riconoscermi”, sottolinea Jo Squillo alla Daniele. Lei e Paola sono gemelle monozigote, nate da uno stesso ovulo, quindi praticamente identiche. Jo è legatissima alla sorella, “Paola è la mia famiglia, le voglio molto bene”, sottolinea in tv su Rai Uno.

Piange per i suoi genitori, morti entrambi nel giro di un mese

Jo Squillo a Storie Italiane fa fatica a parlare della sua famiglia. Non riesce a parlare dei suoi genitori, morti entrambi nel giro di un mese. La perdita per lei e la sua sorella gemella è stata dolorosissima. In diretta si commuove e piange, le lacrime le rigano il volto.

“E’ una bella storia di famiglia, faccio fatica a parlarne perché ho perso mamma e papà nel giro di un mese. Mia sorella gemella Paola è la mia famiglia, le voglio molto bene: non è facile attraversare, cosa c’è al di là del dolore, della sofferenza”, dice con la voce spezzata dalla commozione Jo Squillo.

La 57enne guarda la foto della sorella gemella ed esclama: 'Anche io faccio fatica a riconoscermi'. Sono identiche

Mia mamma aveva una malattia neurodegenerativa. Io e mia sorella eravamo da sole, poi abbiamo preso delle persone. Io le davo tanti baci e le facevo mangiare vegano”, racconta ancora l’artista.

“Mia mamma è stata tutta la mia vita: è stata la prima rappresentante femminile nel mondo del lavoro, andava in giro a vendere filati. E’ stata libera, una donna che ha creato un percorso di libertà: ha lasciato la famiglia nelle ore che poteva per poi dedicarsi alla nostra crescita”, spiega ancora. “E’ stato difficile vederla 6 mesi in ospedale con quella degenerazione…Non si capiva cosa fare…”, aggiunge.

La cantante e conduttrice è molto legata a lei

Accanto a lei ora c’è Paola. Jo Squillo si sente forte per andare avanti. In trasmissione parla pure del suo documentario, “Donne in prigione”. E’ orgogliosa del suo nuovo progetto: “E’ un documentario per capire per quale motivo abbiano commesso dei reati…Non è nella loro indole…E spesso tutto viene da violenze subite…”. E’ sempre dalla parte delle donne, il dolore che prova la fortifica e la fa andare avanti.

 

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!

Commenti

Per commentare è necessario registrarsi, una volta sola, alla piattaforma Disqus tramite e-mail o profilo social (Facebook, Twitter o Google). Se non è confermato l'indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.

Inserendo un commento, l'utente dichiara di aver letto, compreso e accettato il REGOLAMENTO COMMENTI.