23/09/2002 | 2 MINUTI DI LETTURA

Justin Timberlake si fa ipnotizzare per dimenticare Britney Spears

Cosa non si fa per amore! Si ama, si soffre, si soffre, si ama, poi un bel giorno si smette di soffrire, e forse questo significa che si smette anche di amare. E' vero che molte storie sono tranquille e filano via lisce come l'olio, ma vuoi mettere quelle belle relazioni che scatenano tutte le passioni in un senso e nell'altro? Prendiamo la storia d'amore tra Justin Timberlake e Britney Spears: improvvisamente, il mondo scopre che sono fidanzati - e vergini - , ma un mese dopo annunciano di essersi lasciati. Poi smentiscono. E successivamente si lasciano di nuovo. Perché? Le voci si rincorrono: Justin è stanco di una relazione troppo impegnativa, Britney forse è incinta, o forse ha un altro, o forse solo una carriera molto più lanciata del fidanzato... poi Britney ammette di non essere più vergine, ma Justin continua a dichiararlo! Insomma: da perderci il filo.
Ma come si supera un dolore grande e forte come la fine di una storia d'amore così? Britney ha avuto la depressione e si è presa un semestre sabbatico, mentre Justin ha cercato conforto in un ipnotizzatore visto per caso su una rete televisiva britannica, Paul McKenna. I due si sono incontrati per qualche settimana, e alla fine di queste sedute, Justin è apparso rilassato, rigenerato, rassegnato, pronto ad accettare la realtà dei fatti. E si è subito consolato - pare - con Alyssa Milano di "Streghe". Non solo: ha anche trovato la forza per scrivere una nuova canzone, "Like I love you", e si appresta ormai a diventare una grande star.

E Britney? Britney ha avuto una disgrazia dopo l'altra: i fans non sono più così affezionati, i dischi non più così venduti, e tre avventori del suo locale sono rimasti intossicati dal cibo. A pensarci bene, un po' di ipnosi farebbe bene anche a lei!
Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!