12/9/2018 | 4 MINUTI DI LETTURA

Marco Borriello: 'La morte di Davide Astori mi ha cambiato’. Il calciatore spiega perché ha deciso di giocare a Ibiza

  • La morte di Davide Astori l’ha cambiato profondamente, Marco Borriello lo confessa
  • Sulla scomparsa del collega: ’Penso ci abbia lasciato un grande insegnamento’

Marco Borriello a “La vita in diretta” spiega come la morte di Davide Astori l’abbia cambiato profondamente. Anche la scomparsa del collega l’ha aiutato nella decisione di andare a giocare nella squadra della sua amata Ibiza, che milita nella terza divisione spagnola. A 36 anni, dopo una brutta stagione nella Spal, ha girato pagina.

Marco Borriello confessa: 'La morte di Davide Astori mi ha cambiato'

“L’anno scorso è successo qualcosa, tra noi calciatori, che ci ha colpito da vicino e che è stata purtroppo la morte di Davide Astori - spiega Marco Borriello - Io al funerale di Davide ho ascoltato le parole del cardinale che diceva che a volte si guadagnano tanti soldi, si ha il successo però, da un momento all’altro, non ci sei più. Quindi ho iniziato a godermi un po’ la vita, a prenderla un po’ più alla leggera. Purtroppo Davide se n’è andato, ma penso ci abbia lasciato un grande insegnamento”.

Il capitano della Fiorentina è scomparso lo scorso 4 marzo a soli 31 anni

La morte di Davide Astori l’ha cambiato. Vuole assaporare ancora di più l’attimo, coglierlo pienamente. Marco Borriello chiarisce: “Avrei voluto fare la carriera di Cristiano Ronaldo, non ci sono riuscito, ma sono contento lo stesso. Mi godo la vita sempre con il sorriso e la massima positività”.

Il calciatore spiega le ragioni che l'hanno portato ad accettare la maglia dell'Ibiza

Davide Astori è scomparso improvvisamente lo scorso 4 marzo a soli 31 anni. Marco Borriello dice che la morte dell’amico l’ha cambiato. Non solo quella, chiaramente. Anche il suo rendimento in campionato nella scorsa stagione ha influito sulla scelta: “L’anno scorso sono stato infortunato, quindi non ho giocato molto, e la mia casa è a Milano. Ho passato molto tempo a Milano: mi svegliavo al mattino e mi ritrovavo lì e anche se Milano mi piace dicevo no, non è la vita che voglio fare. Quindi ho sempre pensato di venire a vivere qui a Ibiza dove c’è il sole, il mare e ci si può divertire, è un’isola completa, con un aeroporto internazionale e adesso speriamo di portare anche qualche evento con lo sport”. E conclude: “Cercheremo di portare la squadra ad altissimi livelli e di iniziare la storia di questo Club”.

VIDEO

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!