24/7/2013 | 2 MINUTI DI LETTURA

Massimo Di Cataldo: la baby sitter l'accusa

Anna Laura Millacci con il volto tumefatto
La baby sitter rumena lo avrebbe accusato. Massimo Di Cataldo picchiava Anna Laura Millacci. La donna, convocata dai magistrati, ha raccontato di aver visto il cantante mettere le mani addosso alla ex compagna. Era lì quando i due il 18 giugno scorso avrebbero litigato ferocemente nel loro appartamento in zona Marconi a Roma. La Millacci proprio in quell'occasione avrebbe abortito a causa delle percosse.

Il magistrato di Roma che indaga su Di Cataldo per maltrattamenti e procurato aborto avrebbe elementi per dichiararsi certo che quell’interruzione di gravidanza ci fu e sarebbero autentiche pure le foto del feto scattate dalla donna e ora analizzate dalla Scientifica. La lite incriminata sarebbe durata circa un'ora, poi la ex coppia smise di urlare. La pittrice sabato scorso ha pubblicato online su Facebook alcune foto in cui è immortalata con la faccia tumefatta corredate da commenti bui contro Di Cataldo, ma ancora non lo ha denunciato alla polizia. La procura ha comunque deciso di procedere d'ufficio e ha ritenuto attendibile la testimonianza della tata che confermerebbe in parte il racconto della Millacci. La ragazza avrebbe sì visto schiaffeggiare ripetutamente Anna Laura, ma non è sarebbe sicura che quanto osservato avrebbe prodotto i tanti lividi e l'aborto. Gli inquirenti ora stanno esaminando la documentazione medica e ascolteranno anche il ginecologo da cui la pittrice decise di farsi visitare per l'interruzione di gravidanza.

Il legale della Millacci, Lorenzo Puglisi, ha chiesto al cantante di "osservare il silenzio stampa sulla vicenda", ma Massimo continua a negare ogni coinvolgimento.

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!