16/9/2016 | 3 MINUTI DI LETTURA

Tutto in famiglia: Michelle Hunziker testimonial per lo spot Trussardi. La showgirl presenta la Lovy Bag, nuova it-bag del brand bergamasco: guarda

  • Testimonial per lo spot Trussardi, Michelle Hunziker diventa un levriero...
  • In una fiaba moderna la bionda nei panni di Alice nel Paese delle Meraviglie

Michelle Hunziker sul suo profilo social si lascia ammirare favolosa in 'black and white' poco prima di posare per uno shooting. Sta per tornare in tv a Striscia la Notizia: con lei dal 26 settembre per una settimana dietro il bancone del tg satirico di Antonio Ricci Belen Rodriguez. "Un bacino dal set di uno shooting...", scrive la bionda. La foto riceve i 'like' di più di 43mila ammiratori. A 39 anni è sempre più bella.
Impegnatissima, Michelle Hunziker ama mettere la famiglia al primo posto e proprio 'in famiglia' diventa protagonista dello spot Trussardi: è la testimonial della Lovy Bag, la nuova it-bag del brand bergamasco del marito Tomaso Trussardi e della sorella dell'imprenditore, Gaia Trussardi.

Michelle Hunziker testimonial per lo spot Trussardi: ormai fa tutto in famiglia

Michelle Hunziker, orgogliosa di essere testimonial della borsa, posta il video dello spot sul network e scrive: "Era il momento giusto per unire la famiglia in un bellissimo progetto. La #LOVYBag!!! Oltre ad essere Creative Director Gaia Trussardi ha scritto, composto e cantato la canzone che sentite nello spot! Io mi sono divertita tantissimo a trasformarmi in un levriero e sono diventata subito una #lovylover!!! #Trussardi". Poi aggiunge: "Il regista di questo video è un vero Artista!". Il videomaker creativo è Virgilio Villoresi.
Lo spot con Michelle Hunziker testimonial Trussardi è una fiaba moderna dove la svizzera è un'incantevole e particolarissima  Alice nel Paese delle Meraviglie sottoforma di collage bidimensionale. Una realtà parallela nella quale passato e futuro sono un'unica cosa.

VIDEO

Michelle Hunziker diventa testimonial per lo spot Trussardi, Tomaso e Gaia ringraziano con grande entusiasmo. Ci si chiede se per prestare la sua immagine sia stata pagata oppure no. E non ci sarebbe nulla di male se fosse stata retribuita. Del resto anche la figlia maggiore Aurora Ramazzotti lavora per il marchio di famiglia e, probabilmente, anzi, sicuramente, percepirà uno stipendio. Ma la parcella, in alcuni casi, è solo un 'di più', soprattutto quando prevale il cuore.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!