25/2/2021 | 4 MINUTI DI LETTURA

La moglie di Amadeus, Giovanna Civitillo, vuota il sacco sulla conduzione a Sanremo: 'Mi ha convinto mio marito'

  • La mora 43enne sarà al timone del PrimaFestival, show che anticipa la kermesse
  • ‘Questa cosa l’ho saputa poche settimane fa, ero pronta a rinunciarci, ma…’

Giovanna Civitillo, la moglie di Amadeus, vuota il sacco sulla sua conduzione a Sanremo. Finora non aveva mai detto nulla in merito, a Oggi, intervistata insieme al conduttore e direttore artistico del festival a cui è legata dal 2003 e con cui ha un figlio, Josè Alberto, 12 anni, rivela: “Mi ha convinto mio marito”.

La moglie di Amadeus vuota il sacco sulla conduzione a Sanremo: 'Mi ha convinto mio marito'
La moglie di Amadeus vuota il sacco sulla conduzione a Sanremo: 'Mi ha convinto mio marito'

La mora 43enne sarà al timone del PrimaFestival, show che anticipa la messa in onda della manifestazione canora. Con lei su Rai Uno, subito dopo il Tg1 delle 20, ci saranno anche Giovanni Vernia e Valeria Graci. “Questa cosa l’ho saputa poche settimane fa, mi ha sorpreso davvero questa proposta di Rai Pubblicità. Ero pronta a rinunciarci, per evitare polemiche che disturbassero Amadeus. Poi lui mi ha convinto su quanto fosse stupido rinunciarci: indosserò il mio impermeabile e mi lascerò scivolare addosso le polemiche. Io sono a posto con la mia coscienza, so come sono andate le cose e voglio affrontare il Prefestival con lo spirito giusto”, sottolinea la Civitillo al settimanale.

VIDEO

“Il nostro è un Paese che cavalca le polemiche - aggiunge Amadeus - Sanremo ne è la Capitale. Giovanna lavora in Rai dal 1996, l’ha voluta lo sponsor e a me è stato comunicato a cose fatte. Lei mi ha detto: ‘Se creo problemi rinuncio’. Ma perché avrebbe dovuto? Ci si stupisce della moglie quando non lo si fa per le amanti…”.

La mora 43enne voleva rinunciare, è stato il presentatore del festival a dirle di non farlo

Il presentatore sottolinea ancora: “Io non accetto raccomandazioni proprio perché voglio essere libero. Ma sfatiamo un mito. C’è una differenza tra una raccomandazione e segnalazione. Si può segnalare chi è bravo o adatto a un ruolo: questo non significa imporlo. Ma mia moglie è del tutto estranea a entrambe le cose. Sa quanta gente la ferma per strada dicendole che dovrebbe lavorare di più in tv? Lei è solare, allegra, spiritosa, piena di qualità artistiche e proprio perché è mia moglie il più delle volte viene penalizzata. Quindi chi sono io per negarle questa opportunità? Sono strafelice per lei”.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!