4/2/2010 | 4 MINUTI DI LETTURA

Morgan, Sanremo sì o no?

Il Festival di Sanremo è alle porte e come ogni anno, nei giorni che precededono la kermesse canora più importante del Bel Paese, scoppia una bella bufera mediatica. L'anno scorso c'ha pensato Povia con la sua "Luca Era Gay", quest'anno tutti gli occhi sono puntati su Morgan.

Il cantante, famoso anche per aver vestito i panni di giudice a "X Factor", ha rilasciato delle dichiarazioni scioccanti affermado di fumare il crack e di farlo per curare la sua depressione: "Faccio uso regolare e quotidiano di cocaina" ha detto. Dichiarazioni pesanti che, oltre a scatenare un putiferio, hanno anche sancito la sua esclusione dal Festival. Ora, Marco Castoldi sembra voler tornare sui suoi passi e chiedere di essere riamesso nella rosa dei cantanti che parteciparanno alla gara condotta da Antonella Clerici. L'ex compagno di Asia Argento ora afferma di aver inziato, già un anno fa, un programma di recupero: "Purtroppo a volte uso un linguaggio esuberante e a volte stravagante però questo non vuol dire che io abbia fatto l'apologia della droga. Voglio cogliere quest'occasione per dire: 'signori la droga, io ci sono passato, porta solo in tre direzioni che sono negative: l'ospedale psichiatrico, la galera e il cimitero. Non porta a essere un conduttore televisivo". E sulla sua espulsione da Sanremo dice: "Io non credo di aver infranto il regolamento di Sanremo, da un punto di vista tecnico non c'e' molto motivo per escludermi". Per poi concludere ribadendo la sua posizione riguardo l'uso di sostanze stupefacenti: "Io vi dico che il crack e' devastante e non lo consiglio, anzi, consiglierei il non uso di qualsiasi cosa, alcool compreso. Qualsiasi sostanza alterante è una cosa devastante per la mente".

Dai microfoni di Radio 24 è arrivata anche la difesa di una collega dello stesso Morgan, Claudia Mori: "Penso che l'esclusione di Morgan dal Festival di Sanremo sia sbagliata. E' chiaro che drogarsi è una delle cose più brutte e sbagliate ma lo sanno anche i ragazzi e gli stessi che si drogano che la droga fa male. Non mi piace tutta questa alzata di scudi che dà molto l'idea dell'ipocrisia, e poi non serve fatta in questa maniera. Non c'è dietro un ragionamento, potrebbe essere una delle rare occasioni per fare un ragionamento più profondo sul perché tanta gente e tanti ragazzi si drogano. Ci sarà un problema, bisogna curare il motivo per cui avvengono certe cose e non solo la malattia. L'esclusione non fa altro che, ipocritamente, far sentire dalla parte giusta e allinearsi con il regime politico e questo allinearsi col regime politico non mi piace". Secondo la Mori inoltre quello del cantante è un grido di dolore e non gli si dà nessuno aiuto cacciandolo da Sanremo.

Intanto Morgan stasera sarà ospite a "Porta a Porta" e il Direttore Generale della Rai Masi ha lanciato un piccolo spiraglio: "Siamo aperti al perdono, e seguiremo con attenzione un ravvedimento autentico e non strumentale di Morgan altrettanto forte come il messaggio negativo che ha dato con quelle frasi". Ancora non è detta l'ultima parola...

Foto: C.Mangiarotti © Gossip.it
Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!