11/12/2019 | 2 MINUTI DI LETTURA

Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli costretti a cambiare scuola a uno dei figli per bullismo: 'Verso di noi c'è odio sociale’

  • La moglie di Paolo Bonolis lo rivela in un’intervista a ‘Chi’
  • I post della produttrice 45enne avrebbero scatenato gli haters anche contro i ragazzi

Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli sono stati costretti a cambiare scuola a uno dei figli per bullismo. La moglie del famoso conduttore tv lo rivela in un’intervista a Chi. E’ per questa ragione che la produttrice televisiva ha fatto un passo indietro sui social: verso di lei e il marito c’è "odio sociale", così confessa al settimanale.

Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli costretti a cambiare scuola a uno dei figli
Paolo Bonolis e Sonia Bruganelli costretti a cambiare scuola a uno dei figli

Sonia Bruganelli quando le si domanda se lei e Paolo Bonolis siano genitori ‘ingombranti’, al settimanale risponde: “A quanto pare, sì, ed è per questo che sui social ho fatto qualche passo indietro. Non rinnego nulla, ma voglio che i ragazzi vivano serenamente senza correre il rischio che qualcuno li accusi o disturbi per via del mio comportamento”.

La Bruganelli lo ha fatto perché con uno dei suoi figli si era andati già oltre, era già stato vittima di bullismo. Non ne fa il nome, non rivela se a subire questi atti sia stata Silvia, la primogenita di 17 anni, o Davide, 15, o Adele, 12.

La produttrice televisiva 45enne lo rivela in un'intervista a 'Chi'

“Le dico solo che, nell’ultimo anno, siamo stati costretti a dover cambiare scuola ad uno di loro, per delle situazioni molto vicine al bullismo - racconta - Ora, fortunatamente, la situazione è tornata alla normalità, ma quest’odio sociale mi ha fatto riflettere molto”.

I post di Sonia, quelli in cui sui social pareva ostentare lusso e ricchezza, per i quali è stata spesso attaccata dai leoni da tastiera hanno scatenato gli haters anche contro i suoi ragazzi. Ha deciso, quindi, di cambiare leggermente rotta.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!