6/11/2019 | 2 MINUTI DI LETTURA

Raffaella Fico difende Mario Balotelli dopo gli insulti razzisti a Verona: 'Italiano a tutti gli effetti’. Sul ritorno di fiamma: 'Nella vita mai dire mai’

  • ‘Ora siamo molto amici, come genitori. In questo momento sono single…’
  • ‘Peccato non si riesca a isolare questi facinorosi, ci sta che poi si reagisca un po’ male’

Raffaella Fico difende Mario Balotelli, il padre di sua figlia Pia, 6 anni. Il calciatore del Brescia è stato vittima di insulti razzisti sul campo del Verona, la showgirl napoletana ai microfoni della trasmissione “Un Giorno da Pecora”, condotta da Giorgio Lauro e da Geppi Cucciari su Rai Radio 1, si schiera dalla parte dell’ex compagno. Poi sul possibile ritorno di fiamma con lo sportivo dice: “Mai dire mai”.

Raffaella Fico difende Mario Balotelli dopo gli insulti razzisti a Verona

“Gli insulti razzisti a Mario? Ci siamo incontrati dopo la partita col Verona, sicuramente era triste e nervoso, una reazione normale: a chiunque fa male esser insultato, è una cosa brutta che fa male”, sottolinea la 31enne.

Sulle parole di Luca Castellini, capo ultrà dell’Hellas Verona, che ha detto che Balotelli non potrà mai essere del tutto italiano, la mora aggiunge: “E’ una uscita infelice. Mario è italiano a tutti gli effetti. E’ un peccato che non si riesca ancora a isolare questi facinorosi, ci sta che poi si reagisca un po’ male. Sono convinta che qualcosa stia cambiando però”.

Sul possibile ritorno di fiamma con il calciatore 29enne, la 31enne dice: 'Mai dire mai'

Raffaella Fico parla anche della sua vita privata e sul possibile ritorno di fiamma con il giocatore 29enne dice: “Nella vita mai dire mai, ma ora siamo molto amici, come genitori. Oggi io sono single, non sono fidanzata. Ma, diciamo che sono una single che ha tanti corteggiatori”. La reunion sentimentale tra i due non è impossibile…

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!

Commenti

Per commentare è necessario registrarsi, una volta sola, alla piattaforma Disqus tramite e-mail o profilo social (Facebook, Twitter o Google). Se non è confermato l'indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.

Inserendo un commento, l'utente dichiara di aver letto, compreso e accettato il REGOLAMENTO COMMENTI.