14/12/2017 | 3 MINUTI DI LETTURA

Salma Hayek sulle molestie in una lettera al 'New York Times': 'Weinstein per anni è stato anche il mio mostro'

  • Weinstein è stato il suo mostro, denuncia le molestie subite Salma Hayek
  • Rivela gli abusi subiti dal produttore e spiega perchè non ha parlato prima

Salma Hayek denuncia le molestie subite: Weinstein per anni è stato pure il suo mostro, così racconta l'attrice in un editoriale sul New York Times.

Salma Hayek rivela le molestie subite da Harvey Weinstein

Le molestie, gli abusi con Weinstein protagonista assoluto sono ancora al centro dei riflettori negli Usa e non solo. Salma Hayek è l'ultima star che si fa avanti e punta il dito sul produttore hollywoodiano. "Era un appassionato di cinema, riusciva ad essere un padre amorevole e contemporaneamente un mostro. Per anni è stato il mio mostro", racconta.

Salma Hayek denuncia le molestie di Weinstein, anche il suo 'mostro'. Spiega di aver rifiutato una serie di avances indesiderate quando hanno lavorato insieme nel 2002 per il film "Frida".

Nella lettera Salma Hayek parla del rapporto con Harvey in modo dettagliato, lo definisce "una specie di Sindrome di Stoccolma". "Non faceva per me fare la doccia con lui, o lasciare che guardasse mentre io facevo la doccia, oppure permettergli di farmi un massaggio o praticarmi sesso orale", sottolinea. Svela che Weinstein avrebbe minacciato di ucciderla per i suoi rifiuti. Molte volte l'ha insultata sul set.

Per anni il produttore è stato anche il suo 'mostro'...

Inziate le riprese del film, le molestie si sono interrotte, ma Weinstein ha comunque provato a ricattarla, minacciando di sostituirla. "Mi avrebbe permesso di finire il film se accettavo di girare una scena di sesso con un’altra donna e ha chiesto nudità frontale completa", confessa Salma. La Hayek è riuscita a convicerlo per un tango molto sensuale con un bacio finale, la scena in questione le ha scatenato tremori e panico. Il produttore, non contento, ha continuato: "Capii che non avrei potuto finire il film se non avessi soddisfatto le sue fantasie"

"Mi sono nascosta dalla responsabilità di parlare con la scusa che c’erano già tante persone a far luce sul mio mostro - sottolinea infine - In realtà, stavo cercando di evitare la sfida di spiegare tante cose ai miei cari".

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!