10/5/2017 | 5 MINUTI DI LETTURA

Stefano Accorsi sul figlio nato: 'Non l'avrei mai fatto solo per mia moglie. I figli si fanno in due. E' una grande emozione. Non ci si abitua mai'

  • Ha fatto il terzo figlio non solo per sua moglie, Stefano Accorsi lo sottolinea
  • 'Quando torni ad avere una storia importante, è naturale proiettarsi nel futuro'

Stefano Accorsi parla per la prima volta del suo terzo figlio, Lorenzo, nato venerdì 21 aprile per la felicità anche della moglie dell'attore, Bianca Vitali, 25 anni. "Non l'avrei mai fatto solo per lei", dice a Vanity Fair che nel numero in edicola gli ha regalato la cover del settimanale.

Stefano Accorsi è appena arrivato terzo nella sua prima gara nel Campionato Italiano Turismo

E' un momento d'oro per Stefano Accorsi. Sta per tornare su Sky con "1993". A fine marzo ha conquistato il David di Donatello come migliore attore per "Veloce come il vento" dove ha interpretato un ex pilota d’auto. Gli è piaciuto a tal punto che si appassionato alle corse ed è appena arrivato terzo nella sua prima gara in pista nel Campionato Italiano Turismo. E' pure il protagonista di "Fortunata" di Sergio Castellitto, che sarà al Festival di Cannes nella sezione Un Certain Regard. Poi c'è il figlio che ha desiderato insieme alla sua bella moglie.

VIDEO

A 46 anni, padre anche di Orlando, 10 anni, e Athena, 7, avuti da Laetitia Casta, sposato da un anno e mezzo con Bianca, è sereno. Il nuovo figlio? "Una grande emozione. Non ci si abitua mai. Qualcuno mi diceva: “Coraggioso, che ti rimetti in ballo”, ma io non avevo questa percezione, forse perché non ho ricordi traumatici dei miei figli da piccoli".

L'attore sulla cover di Vanity Fair

Stefano Accorsi ha deciso di avere un altro bebè con grande gioia: "Quando torni ad avere una storia importante, è naturale proiettarsi nel futuro. Non l’avrei mai fatto solo per mia moglie, i figli si fanno in due".

Il 46enne, diventato papà per la terza volta, ammette che un altro figlio lo avrebbe mai fatto solo per la moglie

Quando deve raccontarsi da papà, dice: "Ho imparato a diventarlo per fasi. Un lavoro come il mio, senza routine, ti costringe prima ad abituarti a non averla e poi, quando hai una famiglia, a ricostruirtela. C’è voluto del tempo. Ho cercato di essere presente il più possibile con i figli. Gioco con loro, ho riscoperto di recente il frisbee, non amo il calcio perché sono sempre stato negato, non ho neanche una squadra del cuore. Mi rendo conto che in Italia è un handicap...".

Con Bianca Vitali, 25 anni, è felice e ha desiderato fortemente Lorenzo

Sul set di "1992" ha incontrato la Vitali... "Aveva pochissime scene, ma tra noi c’è stato subito feeling. Da un punto di vista anagrafico ero stupito, abbiamo vent’anni di differenza, ma quando ti accorgi che per te non è un problema, capisci che il problema è solo la convenzione sociale", spiega. Sulla differenza d'età ammette di sentirla: "Certo, anche se Bianca è molto matura per la sua età. Mi diverte che abbiamo punti di vista che tengono conto di vissuti diversi. Lei ogni tanto ci prova a farmi sentire vecchio, fa battute del tipo “quando eri giovane”, ma non ci riesce".

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!