9/10/2019 | 2 MINUTI DI LETTURA

Sylvie Lubamba, showgirl nota grazie a Piero Chiambretti, è al verde: 'Ho fatto richiesta per il reddito di cittadinanza e per una casa popolare’

  • La 47enne è uscita dal carcere nel 2017 dopo tre anni di reclusione

Sylvie Lubamba non se la passa affatto bene. La showgirl 47enne, famosa grazie a Piero Chiambretti che la volle presenza fissa del programma ‘Markette’, è uscita di carcere nel dicembre del 2017 dopo tre anni di reclusione per utilizzo indebito di carte di credito. Adesso però ha problemi economici e ha fatto sapere di aver richiesto sia il reddito di cittadinanza che una casa popolare.

Sylvie Lubamba, 47 anni, ha chiesto il reddito di cittadinanza
Sylvie Lubamba, 47 anni, ha chiesto il reddito di cittadinanza

Sylvie, italiana con origini congolesi, ha spiegato: “Le persone pensano che noi così detti vip ce la passiamo bene e viviamo da nababbi, invece non è affatto così, io non lavoro da anni con continuità, l’ultimo contratto l’ho firmato più di 10 anni fa, nel 2008 per il programma Markette condotto Piero Chiambretti il mio mentore, in cui facevo parte del cast”.

Sylvie è nota grazie al programma Markette
Sylvie è nota grazie al programma Markette

“Ho fatto richiesta del reddito di cittadinanza ed attendo risposta, sono in graduatoria per la casa popolare e sto anche cercando un lavoro normale; sento spesso che la gente fa fatica ad arrivare a fine mese, io invece faccio fatica ad arrivare alla terza settimana, ma non mi lamento, voglio dirlo solo per far capire alla gente comune che anch’io ho le stesse difficoltà loro, che anch’io sono una del popolo come loro, nonostante la mia popolarità!”, ha poi aggiunto. “Ringraziando il cielo mia madre mi aiuta e mi nutro quotidianamente dell’affetto di amici, famiglia e nipoti che mi amano!”, ha infine concluso.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!

Commenti

Per commentare è necessario registrarsi, una volta sola, alla piattaforma Disqus tramite e-mail o profilo social (Facebook, Twitter o Google). Se non è confermato l'indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.

Inserendo un commento, l'utente dichiara di aver letto, compreso e accettato il REGOLAMENTO COMMENTI.