16/10/2020 | 3 MINUTI DI LETTURA

Tiziano Ferro confessa: 'I produttori volevano farmi fidanzare per finta e io...'

  • Il cantante racconta: 'Si parlava di me come gay e non andava bene'
  • ‘Dopo il rapporto con il cibo e con il corpo, ecco un altro grande problema’

Tiziano Ferro nel documentario “Ferro”, in onda su Amazon Prime dal 6 novembre, racconta il suo lato più intimo, quello che il pubblico ha conosciuto pochissimo. Il cantante 40enne lascia intendere che prima del coming out, per preservare la sua immagine patinata e mettere a tacere le voci sulla sua omosessualità, i produttori, le persone del mondo della musica che lo circondavano, avrebbero voluto farlo fidanzare per finta. Proprio come è accaduto a Gabriel Garko e a molti altri prima e dopo di lui.

Tiziano Ferro: 'I produttori volevano farmi fidanzare per finta e io...'
Tiziano Ferro: 'I produttori volevano farmi fidanzare per finta e io...'

Su Sette, inserto del Corriere della Sera, che pubblica una lettera di Tiziano Ferro in cui l’artista svela il suo problema, ormai fortunatamente passato, con l’alcol, vengono pubblicati anche alcuni stralci di quel che confessa l’artista nel suo documentario.

I “non detti” gli hanno causato danni inimmaginabili, tormenti interiori infiniti. “Dopo il rapporto con il cibo e con il corpo, ecco un altro grande problema: si parlava di me come gay e non andava bene. Mi gelo perché il problema non era più mio, solo mio”, racconta Ferro. Lui, però al contrario di altri, ha preso una posizione e l'ha conservata: “Ma decido di non mentire, non invento fidanzate”.

Volevano farlo fidanzare per finta, Tiziano Ferro dice di no. Ma qualche compromesso è costretto a farlo. La sua casa discografica francese, ogni volta che arriva a Parigi per una promozione, gli fa indossare abiti “con codici più maschili”. Si cambia addirittura in aeroporto.

Il cantante racconta: 'Si parlava di me come gay e non andava bene'


Non sono mai stato il primo della classe, ero anonimo, non bello, per niente atletico, anzi grasso, timido, i ragazzi mi chiamavano ciccione, femminuccia, sfigato. Aspettavo che qualcuno intervenisse per difendermi, ma non succedeva mai. Vivevo perennemente frustrato, e incaz*ato e anche umiliato. Poi ho cantato per la prima volta e il mondo è cambiato. La musica è diventata il canale per esprimermi in un mondo nel quale non mi riconoscevo”, ammette.

Dopo il coming out è cambiato tutto: “La verità mi ha reso libero; l’onestà e la sincerità mi hanno avvicinato ancor di più alle persone”. Ora Ferro è sposato con Victor Allen e continua a pensare alla sua musica.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!

Commenti

Per commentare è necessario registrarsi, una volta sola, alla piattaforma Disqus tramite e-mail o profilo social (Facebook, Twitter o Google). Se non è confermato l'indirizzo mail, il commento resterà in attesa di approvazione.

Inserendo un commento, l'utente dichiara di aver letto, compreso e accettato il REGOLAMENTO COMMENTI.