11/10/2017 | 3 MINUTI DI LETTURA

Vladimir Luxuria contro Asia Argento: 'Dovevi denunciare le violenze di Weinstein'. L'attrice replica: 'Provavo terrore e vergona. Sei una delusione Vladimir'

  • Luxuria ha accusato Asia Argento di aver dato il cattivo esempio
  • 'Chi accetta di fare sesso in cambio di un favore non è stupro'
  • La stessa Asia ha replicato su Twitter, spiegando di aver provato vergogna

Vladimir Luxuria ha attaccato Asia Argento sulla vicenda che lega l’attrice al produttore americano Harvey Weinstein. Nell’inchiesta hollywoodiana che vede in queste ore Weinstein accusato da molte donne di abusi sessuali c’è infatti anche il nome di Asia, che ha rivelato di non aver avuto il coraggio di denunciare quanto accaduto vent’anni fa fino ad oggi, temendo ritorsioni da parte del produttore.

Vladimir Luxuria ha accusato Asia Argento sulla vicenda del presunto stupro da parte del produttore Harvey Weinstein

L’attivista LGBT ha scritto su Twitter che si è trattato di un errore e di un pessimo esempio per le altre donne, tanto più che l’Argento ha anche condotto il programma di RaiTre ‘Amore Criminale’ invitando le vittime di abusi a chiedere aiuto e non chiudersi in sé stesse. “Asia Argento avrebbe dovuto dire NO a Weinstein come hanno fatto altre attrici, le donne devono denunciare lo diceva lei a Amore Criminale!”, ha twittato Vladimir.

Il primo tweet di Luxuria

Dopo qualche ora ecco la risposta della stessa Asia: “Non posso credere che scrivi una cosa del genere. Evidentemente non sei mai stata violentata, non hai mai provato terrore e vergogna”. “Cara Asia sai quanto ti stimo ma non sono d'accordo: anche io ho ricevuto proposte non forzate ma ho detto NO, un semplice NO”, ha replicato Luxuria. E ancora, Asia: “Dici bene: le tue erano proposte NON forzate. Che delusione Vladimir”.

La risposta di Asia Argento

Vladimir le fa allora notare che un anno dopo i presunti fatti, l’Argento si è fatta produrre un film proprio da Weinstein. “Ci hai fatto un film con uno che ti ha violentata? No cara non ci credo non ne avevi bisogno hai talento per poter rifiutare”, ha scritto sempre sul social. Ecco così una nuova replica della figlia del re dell’horror: “Il film, girato un anno e mezzo dopo la violenza sessuale denunciava il trauma che ho vissuto nei minimi dettagli”.

Luxuria non è però soddisfatta della risposta. “Io non avrei mai accettato di farmi produrre dal mio aguzzino”, ha continuato. A questo punto, però, Asia ha smesso di dialogare con lei. Dialogando con un altro utente Vladimir aggiunge: “Chi accetta di fare sesso in cambio di un favore da maggiorenne non è stupro ma altro...”.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!