11/3/2015 | 3 MINUTI DI LETTURA

Ruby Rubacuori, il nuovo fidanzato è Daniele Leo. L'ex Luca Risso, padre della piccola Sofia, è storia vecchia. La coppia felice sul social

  • Daniele Leo, classe 1985, è il nuovo fidanzato di Ruby Rubacuori
  • E intanto Silvio Berlusconi è stato assolto definitivamente in Cassazione

Sul social si scattano selfie felici insieme. Ruby Rubacuori ha un nuovo fidanzato: Daniele Leo, classe 1985. Nonostante si indaghi ancora sulla sua vita lussuosa, Karima El Mahroug si gode la sua storia d'amore tutta nuova che, sembra, vada avanti ormai da qualche mese.

Ruby Rubacuori, un selfie con il suo nuovo fidanzato, Daniele Leo

Ruby Rubacuori ha un nuovo fidanzato, Daniele Leo, un ragazzo che lavora alla discoteca Golden Beach di Albisola in Liguria, fisico tutto muscoli e faccia da duro. La neo coppia sul network non ha alcun problema a farsi vedere. I due sembrano davvero affiatati. Sono stati insieme in montagna, come mostrano non solo le immagini, ma pure un video condiviso sempre sul web, come anche alle Maldive. Luca Risso, l'uomo con cui Ruby pareva fare sul serio, al punto da mettere al mondo con lui due anni e mezzo fa la piccola Sofia, è solo un lontano ricordo. La loro unione è stata travagliata: troppi litigi continui. Alla fine è arrivato il crack. E così ecco arrivare nell'esistenza di Ruby Rubacuori Daniele Leo, che sembrerebbe averla conquistata del tutto. Il moretta, stando ai ben informati, sarebbe molto presente pure con la figlioletta della ragazza al centro dello scandalo del Bunga Bunga.

Altro scatto social della coppia, stavolta in montagna

Ruby Rubacuori è felice e contenta. Il suo nuovo fidanzato Daniele Leo pare averle donato la serenità e l'amore che aveva sempre voluto.

Daniele mostra il fisico tutto muscoli sulla spiaggia di Ipanema, a Rio de Janeiro, in Brasile

Come pure è felice Silvio Berlusconi che proprio oggi si gode appieno l'assoluzione definitiva dall'accusa di concussione e prostituzione minorile arrivata in Cassazione dopo una lunghissima camera di consiglio durata nove ore. In primo grado il leader di Forza Italia era stato condannato a sette anni di reclusione dal tribunale di Milano. In appello, invece, era stato prosciolto e quella decisione è stata convalidata, rigettando il ricorso del sostituto procuratore della Corte d'Appello di Milano, Pietro De Petris.
"Finalmente la verità. Oggi è una bella giornata per la politica, per la giustizia, per lo stato di diritto. Ero certo che le mie ragioni sarebbero state riconosciute. Rimane però il rammarico per una vicenda che ha fatto innumerevoli danni non solo a me ma a tutti gli italiani", ha commentato stamani l'ex premier.

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!