10/3/2017 | 6 MINUTI DI LETTURA

Elena Majoni, ex moglie di Muccino: 'Gabriele è un violento, mi ha spaccato il timpano'. La donna dopo dieci anni ha ottenuto l'affidamento esclusivo del figlio. La replica del regista

  • 'Gabriele Muccino un violento', la denuncia di Elena Majoni, l'ex moglie
  • 'Ora posso finalmente riprendere a vivere. Non sono una bugiarda, mai stata'
  • Il 49enne si ritiene 'infangato': 'Quante ne abbiamo viste di queste storie...'

"Gabriele Muccino è violento". Elena Majoni lo dice a La 27 Ora del Corriere della Sera in occasione della Giornata Internazionale della Donna, vuole dare un messaggio a tutte quelle che subiscono senza parlare. L'ex moglie del regista dieci anni fa ha sporto denuncia contro il marito per violenza domestica. Non è stata creduta, Silvio Muccino, fratello minore di Gabriele, testimone, disse che non era vero. Poi è arrivata la svolta. Silvio ha ammesso di aver mentito per proteggere la sua famiglia e ritrattato la deposizione. Elena ottiene dalla Corte d'Appello di Bologna la custodia esclusiva del figlio.

Elena Majoni, ex moglie di Gabriele Muccino: 'Il mio ex marito è un violento'

"E' violento". Elena Majoni non ha timore di raccontare la sua vicenda. E' stata sposata con Gabriele Muccino dal 2002 al 2006. Dall'unione è nato nel 2003 un figlio. E' in questi anni che il regista la maltratta, poi arriva un episodio grave, quello che scatena la denuncia della donna.

"L’episodio è avvenuto mentre eravamo in vacanza d’estate in Toscana a seguito di un banale diverbio - racconta l'ex moglie del regista - Gabriele mi ha dato uno schiaffo a mano aperta. Mi sono recata a Roma al pronto soccorso e successivamente ho sporto denuncia. Prima di denunciare ho sopportato troppo".

VIDEO

Lo schiaffo rompe il timpano di Elena Majoni e le rovina la carriera da violinista. Silvio Muccino, fratello minore di Gabriele Muccino e unico testimone dell'aggressione, chiamato a testimoniare, dice che non è vero niente, lo fa per proteggere il fratello e la famiglia. Il giudice non crede così a Elena.

Il regista 49enne, ora sposato con Angelica Russo, è stato legato a Elena dal 2002 al 2006: hanno avuto un figlio

"A seguito di quell'episodio la cui verità è stata volutamente occultata durante il processo di separazione, Gabriele Muccino ha cavalcato l'onda mediatica definendomi come arrampicatrice sociale con la sola finalità di ottenere soldi e pubblicità e sostenendo come io rivelassi menzogne. E affermava questo nonostante la certificazione medica che espressamente riconduceva la rottura a uno schiaffo di tale forza da rendere necessario un intervento chirurgico che a tutt'oggi mi ha lasciato un evidente cicatrice", racconta l'ex moglie di Gabriele Muccino, che ora non ha paura di dire che è un 'violento'.

"E' altrettanto evidente che il mio ex marito abbia avuto con me un atteggiamento talmente violento da arrecarmi un danno che ha pregiudicato non solo la mia carriera di violinista ma anche il mio quotidiano", sottolinea.

Elena lo ha denunciato per violenza domestica 10 anni fa, ora ha ottenuto la custodia esclusiva del figlio

Sono anni duri. Elena Majoni rimane in disparte occupandosi del figlio. Nel 2016, però, Silvio Muccino, staccatosi irreparabilmente dal fratello e dalla famiglia, torna dal giudice e racconta tutto. Poi a L'Arena di Massimo Giletti lo ammette: "Mio fratello è un violento".

Elena Majoni, grazie a Silvio, finalmente diventa nuovamente credibile e ottiene perfino l'affidamento esclusivo del figlio. "Silvio ha sempre sofferto molto per quella testimonianza. Che poi è uno dei motivi principali per cui ha rotto con la sua famiglia. Conoscendolo sapevo che prima o poi avrebbe fatto emergere la verità. E il suo gesto, a mio parere, è stato importante sia ai fini giudiziari che per la mia personale credibilità", spiega.

La donna è stata creduta grazie alla testimonianza di Silvio Muccino, testimone di uno schiaffo del fratello a Elena che ha causato la rottura del timpano

"Le violenze fisiche sono state senza dubbio pesanti e sono da condannare sempre, ma questo ora appartiene al passato - precisa la donna - La violenza che oggi si sta perpetrando ai danni miei e di mio figlio è che Gabriele Muccino non rispetta spontaneamente i provvedimenti giudiziari da me ottenuti a suo carico. Violenza nelle azioni prima, violenza nelle omissioni poi”

La Corte d'appello lo ha ammonito affinché collabori con Elena per il bene figlio, "provvedendo anche a comunicare i propri cambi di residenza nonchè a fornire un indirizzo pec".

Gabriele Muccino ha replicato alle dichiarazioni di Elena Majoni con un post sul social

"Ora posso finalmente riprendere a vivere. Non sono una bugiarda, non lo sono mai stata. Forte del fatto che la verità é finalmente venuta a galla, posso affermare che il mio ex marito sia una persona violenta. Ma ancora oggi, pur avendo ottenuto provvedimenti chiarissimi a mio favore, non ho di fatto ottenuto dal mio ex marito una piena adesione spontanea nell'interesse di nostro figlio. Ma ovviamente non demordo", conclude la Majoni.

Gabriele Muccino, dal canto suo, sul social replica e scrive: "La vanità, ahi la vanità! Ex mogli che infangano ex mariti omettendo, mistificando, imbrattando. Quante ne abbiamo viste di queste storie...".

 

Le news, le foto e i video di Gossip.it GRATIS sul tuo smartphone Android o sul tuo iPhone/iPad: scarica ora l'app!